Marta Valenza

Dr. Marta Valenza

Senior Postdoctoral Fellow


Dipartimento di Bioscienze
Università degli Studi di Milano


Si è laureata in Scienze Biologiche nel 2001 presso l’Universita’ degli Studi di Milano. Nel 2006 consegue il Dottorato in “Scienze Farmacotossicologiche, Farmacognostiche e Biotecnologie Farmacologiche”.
La sua attività di ricerca riguarda lo studio degli effetti dell’huntingtina mutata. Ha contribuito in modo significativo all’identificazione dei geni precocemente modulati dall’huntingtina mutata (Sipione et al., Human Molecular Genetics, 2002) e evidenziato la presenza di una disfunzione del metabolismo del colesterolo nella Corea di Huntington (Valenza et al., The Journal of Neuroscience, 2005). Studi successivi hanno confermato questa ipotesi (Valenza, Human Molecular Genetics, 2007; Valenza, Journal of Neuroscience 2010).

Responsabile dei finanziamenti:

2009 – Progetto triennale finanziato dal Ministero Salute, Fondi per giovani ricercatori 2009 (1 Dicembre 2010 – 31 Dicembre 2013). Titolo del progetto “A search to validate a peripheral biomarker of neurodegeneration in Huntington disease and new insights in the pathogenesis”. Responsabile scientifico e coordinatore: Valerio Leoni (Istituto Neurologico C. Besta, Milano); coordinatore di Unità: Marta Valenza. Il progetto prevede lo sviluppo di strategie per il ripristino della disfunzione del colesterolo nella Malattia di Huntington in modelli animali di malattia e per la ricerca di biomarcatori nei pazienti Huntington.

2008 – Progetto biennale finanziato dalla Fondazione Cariplo, Ricerca scientifica in ambito biomedico 2008 – under35 (Aprile 2009 – Aprile 2011). Titolo del progetto: “Cholesterol biosynthesis dysfunction as potential target of intervention in HD”. Responsabile scientifico e coordinatore: Marta Valenza; Partner: Michael Hayden (Centre for Molecular Medicine and Therapeutics, CMMT, Vancouver, Canada). Studio della disfunzione della biosintesi di colesterolo in diversi modelli MH e contributo di astrociti e neuroni aventi l’huntingtina mutata.

Laboratorio di Biologia delle Cellule Staminali e Farmacologia delle Malattie Neurodegenerative